fascino-trabochetti-realta-virtuale-jpg__1200x675_q85_crop_subject_location-600337_subsampling-2_upscale

Immobiliare e realtà virtuale: potenzialità al cubo!

Parlare di realtà virtuale e mondo corporate fino a qualche tempo fa non aveva molto senso.
Le cose sono cambiate molto rapidamente.

Secondo Statista, un portale made in USA specializzato in analisi di mercato, il business della realtà virtuale toccherà la cifra di 40 miliardi di dollari nel 2020.

Quaranta miliardi di dollari.

Il paradigma VR, ed è uno degli elementi del suo crescente successo, si può applicare facilmente a tanti ambiti.

Tutti conosciamo la storia di Zuckerberg che ha acquisito la start up Oculus per 2 miliardi di dollari. Ogni volta che Facebook ha acquisito un’azienda, i prodotti o servizi della stessa sono divenuti “mainstream”, basti pensare a Instagram o WhatsApp.

Il VR è pronto a conquistare e trasformare così anche il settore immobiliare.

In realtà lo sta già facendo. AmbiensVR è la realtà di riferimento per il mercato italiano.

Pensiamo ai risvolti legati alle visite degli alloggi.

Se – in qualità di operatori immobiliari – vogliamo far sì che un alloggio venga venduto occorre predisporre una quantità importante di azioni. Organizzare visite e, siccome non siamo in USA e non c’è ancora l’usanza degli “Open House”, queste saranno sempre one to one. Tante visite. Tanto tempo investito. Senza contare le telefonate, gli appuntamenti andati a buca, quelli fallimentari, etc…

Se consideriamo poi che le agenzie immobiliari hanno in genere un portfolio di decine di immobili possiamo subito capire che l’applicazione della realtà virtuale, quantomeno nelle fasi iniziali di una trattativa, comporterebbe un enorme risparmio di tempo.

Il potenziale compratore sarà in grado di visitare l’immobile standosene comodamente seduto sul divano di casa. Ma vivendo un’esperienza immersiva e coinvolgente.

La realtà virtuale cambierà per sempre il mercato immobiliare.

immobiliare

Stiamo parlando di un cambio di paradigma paragonabile all’introduzione di internet negli anni ’90. Un paradigma che ha scoperchiato e rivoluzionato le nostre stesse vite.

Per la realtà virtuale è solo questione di tempo.

In questo caso il successo andrà agli operatori che per primi si muoveranno e coglieranno l’opportunità.
Perché il VR è in grado davvero di semplificare un’operazione complessa come quella della vendita di una casa. Facendo risparmiare anche soldi.

Cosa aspettate allora? Chiedete maggiori informazioni qui.