arch_immagine-cover

Comunicato stampa – ArchToolkit: il futuro dell’architettura è già qui

La realtà virtuale sempre più protagonista indiscussa nel quotidiano di progettisti e architetti.

Roma – Milano, marzo 2019

La tendenza è ormai tracciata da tempo: l’architettura, per come la intendiamo, non esiste più. La tecnologia si è fatta prepotentemente strada, in particolare la “Realtà Virtuale”.

Comunicare spazi, superfici e dettagli attraverso un disegno 2D o un rendering “semplice” non sempre produce risultati.

Attraverso il VR, architetti, progetti e designer vengono accompagnati nella fase della comunicazione del proprio lavoro al cliente, una delle fasi più delicate per chi fa questo mestiere.

Attraverso l’immersione sensoriale si colgono proporzioni e dimensioni in maniera realistica, ottenendo ciò che è non è possibile fare attraverso un disegno, che implica sempre distorsioni prospettiche.

La Realtà Virtuale in architettura consente anche di evitare tanti errori in fase progettuale, ottimizzando tempi e costi.

In Italia c’è una startup che si è specializzata in questo ambito: stiamo parlando di AmbiensVR (https://www.ambiensvr.com), leader nello sviluppo di soluzioni enterprise per la Realtà Virtuale.

Per supportare sempre meglio gli architetti AmbiensVR ha appena lanciato ArchToolkit (https://www.archtoolkit.com), un plugin per il noto motore grafico Unity che dà la possibilità di creare progetti architettonici interattivi senza bisogno di competenze di programmazione o visual scritp.

Si tratta di una vera rivoluzione copernicana per il mondo dell’architettura: animazioni e interazioni possono essere aggiunte con pochi click, così come gli effetti di post-processing e la creazione di video sofisticati tramite tool di regia virtuale.

Possibilità è la parola più importante nel vocabolario di ArchToolkit. Possibilità e libertà. Non più una scena ma una applicazione. E come ogni applicazione si inizia comunque sempre da un modello importato ma non c’è nessun confine che non è possibile valicare. Non c’è limite alla qualità grafica che si vuole raggiungere, agli utilizzi che se ne possono fare, alla modalità con cui si vuole usufruirne.

L’obiettivo è sempre lo stesso: offrire uno strumento potente, versatile, efficace, e che faccia sentire il più possibile a proprio agio chi esplora per la prima volta il mondo di Unity alla ricerca di una nuova frontiera da esplorare per il proprio lavoro. Per questo ArchtoolKit inizia oggi il suo percorso che lo porterà, patch dopo patch, ad arricchirsi di automazioni e feature per rendere questo passaggio sempre più indolore e graduale.

“Il nostro obiettivo – dichiarano Veronica Vecci ed Ennio Pirolo, fondatori di AmbiensVR – è da sempre quello di mettere il progettista al centro di tutto: con ArchToolkit abbiamo voluto scindere la possibilità di raggiungere la qualità grafica desiderata dalla possibilità di condivisione del progetto. Questo è solo l’inizio di un progetto che porterà AmbiensVR ad un’organizzazione di tipo modulare all’interno di cui ogni modellatore potrà costruire la propria suite software ideale, scegliendo i moduli più affini al proprio workflow”.